L'allergia è una patologia ad eziologia multifattoriale, caratterizzata da iperattività del sistema immunitario nei confronti di sostanze, chiamate allergeni, normalmente innocue nei soggetti normali. Anche se non esistono dati certi a livello della popolazione globale, valori ricontrati nel corso di studi su vari gruppi di popolazione indicano che oltre il 20% della popolazione soffra di tale patologia.

 

Diverse possono essere le manifestazioni dell'allergia, dalla rinite allergica (incidenza in Europa tra il 10 e il 30%), all'asma allergica (intorno al 3-8%), alla dermatite atopica (10-12%), alla dermatite da contatto (circa 1%), alla congiuntivite allergica. In Italia, come anche nel resto del mondo, l'incidenza delle allergopatie aumenta progressivamente e, anche se solo in via aprossimativa, si può ritenere che circa il 15% della popolazione presenti manifestazioni allergiche di varia entità clinica. L'aumentata frequenza di sensibilizzazioni si rileva per tutti gli allergeni, siano essi da inalazione (acari, pollini, pelo animale, muffe, ecc.), da indigestione (alimenti, farmaci), da iniezione e da puntura (farmaci e veleni di insetti) oppure da contatto (sostanze chimiche varie). 

La dermatite atopica e le manifestazioni dell'allergia alimentare sono molto frequenti nella primissima infanzia per poi decrescere gradualmente; l'asma bronchiale da allergeni ambientali inizia frequentemente verso il terzo-quarto anno di vita; la rinite allergica inizia a manifestarsi di solito dopo il 5° anno di età ed è provocata più spesso da allergeni ambientali, mentre la pollinosi inizia più tardivamente, con un picco di incidenza intorno ai 20-30 anni. 

Petite-fille-et-pollen

Tra i vari rimedi contro le allergie troviamo farmaci e rimedi naturali. Tra i farmaci, antistaminici e cortisonici sono i più utilizzati.

Noi vorremmo però soffemarci sui rimedi naturali e darvi qualche consiglio di genere alimentare.

Per quanto riguarda le allergie stagionali, utile e consigliata è una terapia preventiva, da iniziare qualche mese prima del periodo allergico. Prodotti da poter utilizzare sono il Ribes nigrum in macerato glicerico, l'echinacea (disponibile in gocce o compresse), Engystol in compresse, Luffa in compresse e Pollensì in granuli (per citarne alcuni).

Per quel che riguarda la patologia in acuto invece possiamo ricordare ancora il Ribes nigrum macerato glicerico, Engystol, Luffa, Pollensì (tutti questi ovviamente in posologia diversa dalla prevenzione), e aggiungere Sinalia compresse, Luffa spray nasale (rinite allergica) e Euphralia collirio (congiuntivite allergica).

Per quanto riguarda le dermatiti allergiche, sono disponibili pomate ad azione antistaminica come Ovix, e ad azione cortisone-simile come il Cardiospermum.

Ogni rimedio ha una sua specifica posologia, per adulti e bambini, che saremo lieti di illustrarvi da noi in farmacia.

E ora qualche consiglio alimentare.

Alimenti da eliminare (per almeno tre mesi): zucchero bianco, lattosio, miele, cioccolato, creme, caramelle,  prodotti di pasticceria in generale, succhi di frutta, gelati, fragole, crostacei, cereali raffinati, latte (e tutti i latticini), carne rossa, uova, cibi industriali, caffè.

Alimenti da consumare con cautela: carne bianca, zucchero di canna, cereali contenenti glutine (frumento, avena, farro, orzo, segale e derivati), tè comune e tè verde.

 corn-black-bean-and-quinoa-salad

Alimenti da preferire: frutta e verdura di stagione, cereali integrali e pseudocereali privi di glutine (riso, miglio, mais, quinoa e grano saraceno), malto di riso, di mais e d'orzo come dolcificanti, legumi, oli spremuti a freddo, tofu, pesce di piccola taglia e di mare aperto (orate, triglie, sardine e branzini), sale integrale, yogurt di soya. Come bevande preferire acqua, tisane, decotti, centrifugati, "latti" vegetali come latte di soya, di quinoa, di miglio), tè rosso e tè bancha (privi di teina).